Presentazione “Una nuova vita” di L. Cassie

Ciao librodipendenti! Oggi vi presento il  romanzo di L. Cassie: “Una nuova vita”.

Una nuova vita di L, CassieTitolo: Una nuova vita

Autrice: L. Cassie

Data di pubblicazione: 31 maggio 2015

Pagine: 175

Editore: Self-publishing

Prezzo: 0.99 euro (ebook) – 5.19 euro (cartaceo)

Link acquisto

SINOSSI:

Maria è una giovane ragazza costretta a vivere da sempre una realtà che non le piace, così, per la seconda volta nella sua vita, molla tutto e scappa alla ricerca di un mondo migliore dove possa finalmente dar voce ai suoi sogni. Fugge… e da un giorno all’altro si ritrova senza un tetto sotto il quale stare e senza soldi in tasca. Se solo sua mamma non l’avesse abbandonata da piccola ora lei avrebbe sicuramente una vita migliore, fatta di numerosi amici e magari un ragazzo.

Hilary, invece, è la figlia del sindaco. Soldi, vestiti alla moda e feste, dove il divertimento è assicurato, riempiono le sue giornate… e non solo. La sua vita sarebbe perfetta se sua madre non fosse morta quando aveva soli tre anni e se suo padre non fosse gravemente malato.

I destini di queste due ragazze, così apparentemente diverse e con nulla in comune, s’incontrano stravolgendo l’una la vita dell’altra. Ed insieme collaborano per far luce sui misteri del proprio passato, scoprendo verità nascoste e fino ad allora sconosciute.

L. Cassie

L. Cassie

L. Cassie nasce nel 1993 a Torino ed è in Piemonte che trascorre la sua infanzia, crescendo a pane e libri. Intraprende un percorso scolastico che la qualifica Estetista nel 2010, abilitandosi qualche anno più tardi. A poco a poco scopre una grande passione, quella per la scrittura, ed è grazie a quest’ultima che decide di dar luce al suo primo romanzo “Una nuova vita”.

Blog: https://writeforpassion2015.blogspot.it/

 

Progetto di copertina: Paola Catozza

Presentazione “E tu quando lo fai un figlio?” di Tiziana Cazziero

Buongiorno amici! Oggi vi presento il romanzo di Tiziana Cazziero: “E tu quando lo fai un figlio? ”  Siete pronti?

 

E tu quando lo fai un figlio?

Titolo: E tu quando lo fai un figlio?
Autore: Tiziana Cazziero
Editore: self-publishing su Amazon
Genere: commedia, ironico
Prezzo: € 0,99 in offerta fino al 20 luglio
Pagine: lunghezza stampa 174

link acquisto

SINOSSI:

Sinossi Lei è un’esponente dell’alta finanza, lui un artista, si sono conosciuti in giovane età ed è nata una bella storia d’amore. Si sono sposati credendo di aver raggiunto la felicità. Tutto però non sempre è come sembra, quando pensi di poter avere quello che vuoi, arriva sempre un imprevisto che può sconvolgere i tuoi piani. I soldi non fanno la felicità, aiutano, ma non sempre sono la risposta ai grandi tormenti della vita. Lo sanno bene Luisa e Leonardo in cerca di un bambino che non vuole arrivare; hanno i mezzi finanziari per avere il meglio della medicina e le cliniche più esclusive, ma i soldi non possono essere la risposta a tutto. La storia racconta la lunga trafila che una coppia deve affrontare quando decide di avere un bambino e si scontra con il muro dell’infertilità. La vicenda è narrata in chiave ironica in prima persona dalla protagonista femminile: Luisa è una donna forte e sicura di sé, ama suo marito, un uomo che in quanto artista, ha i suoi lati comico drammatici che regalano alla storia ilarità e spensieratezza. Il tutto è accompagnato dalla descrizione degli eventi da parte di Luisa, che dall’alto della sua posizione di donna in carriera nel mondo ostico della finanza, deve scontrarsi con verità lavorative e famigliari dure e nemiche della sua salute mentale. Che cosa accade all’interno di una coppia quando un bambino non arriva? Una coppia potrebbe avere tutto, ma non riesce ad avere ciò che desidera davvero: un bambino. Tanti cambiamenti attendono un uomo e una donna che si scontrano con questo mostro chiamato infertilità, riusciranno a sconfiggere il nemico? Si può accettare la sterilità ed essere felici? Tra cene famigliari discutibili e viaggi della speranza, Luisa e Leonardo ci raccontano come affrontare questo dramma senza rimanerne vittima.

ESTRATTO:

All’epoca anche andare dal parrucchiere era diventata una tortura. Ogni volta era un supplizio! Mi costringevo a sorbire due ore di gossip su tizio e caio che avevano concepito senza nemmeno volerlo. “Cavoli, ma chi volevano prendere in giro?” “Se non si desidera un figlio ci sono mille modi per non concepirlo.” Mi ripetevo. Rifiutavo categoricamente di accettare l’eventualità che donne emancipate e moderne rimanessero incinta con uno sputo lanciato da lontano. “Ragazze, non fate le santarelline, c’è un unico modo per farsi ingravidare e lo conosciamo bene tutte.” Volevo urlare.

Tiziana Cazziero

Tiziana Cazziero

Questa è la pagina facebook dell’autrice:

https://www.facebook.com/pages/Tiziana-Cazziero-autrice-i-miei-libri/159952844200803

Liebster Award

liebsteraward

Ringrazio Gaia, curatrice del blog Le Parole Segrete dei Libri per avermi assegnato questo premio! Voglio scusarmi per l’enorme ritardo col quale rispondo… ma è stato un periodo molto complicato… comunque eccomi qui. ❤

Il Liebster Award è un premio, ideato in Germania, che viene attribuito dai blogger ad altri blogger. Ha lo scopo di far conoscere i nuovi blog più promettenti ed è accompagnato da 10 domande a cui rispondere per farsi conoscere meglio.

Ecco le regole per partecipare:
· Ringraziare il blog che ti ha nominato.
· Rispondere alle 10 domande.
· Nominare altri 10 blog.
· Porre 10 domande.
· Comunicare la nomina ai 10 blog scelti.

Rispondo alle domande di Gaia:

1. Hai mai sognato di vivere in un libro? Quale?

Non ho mai sognato di vivere in un libro, ma adesso che mi ci fai pensare… sarebbe bello vivere dentro il Chuang-tzu (Zhuang-zi).

2. Se dipendesse da te, quale romanzo sarebbe bandito da ogni libreria?

Il romanzo che proprio non mi è piaciuto è Opus pistorum di Henry Miller.

3. Se potessi scegliere un solo autore/autrice da incontrare, chi sarebbe e cosa gli/le diresti?

Vorrei incontrare virtualmente Goethe e gli direi che il suo Faust è un capolavoro assoluto. Dopo averlo letto, mi sono sentita meno incompleta.

4. Parti per un viaggio, che libro scegli di leggere nel tragitto?

Eh, domanda difficile… opterei per un libro di Steven King. Direi, Dolores Claiborne. Fantastica Dolores! E’ uno dei miei personaggi preferiti di sempre.

5.  Il primo romanzo a cui pensi se ti dico… SINCERITA’

Siddharta di Hermann Hesse.

6. Il romanzo (tipologia in generale o libro specifico, scegli tu) che leggi quando sei triste

Quando sono triste non leggo, mi pare brutto incontrare un libro se ho il muso lungo. Non trovi?

7. “Finalmente nelle mie mani”… qual è il libro di cui hai desiderato con tutta te stessa la pubblicazione?

Afrodita di Isabel Allende.

8. Cosa ami di più e cosa proprio non concepisci del mondo libresco virtuale?

Quello che mi fa impazzire è il contatto diretto, immediato, libero con i lettori, è davvero un evento speciale che in tutta la storia della letteratura non si era mai verificato, e mi diverte tantissimo anche intervistarli, perché come me, amano follemente le parole e le storie. Quello che non concepisco è l’abitudine di redigere false recensioni, sia da parte dell’autore con codazzo di amici, sia da parte di antagonisti dell’autore. Sospetto che siano le stesse persone, mi spiego: chi commissiona false recensioni positive per i propri lavori è lo stesso che sforna quelle negative per i suoi competitor.

9. Panico!!! Stai leggendo una scena ad alto livello emotivo e sei in pubblico… cosa fai?

Penso che rimanderei la lettura per assaporare al meglio i dettagli della scena, non me la faccio rovinare dalle chiacchiere di chi mi sta intorno!

10. Quello spoiler che proprio non dovevi ascoltare!!! Per quale libro e come hai reagito?

Dunque, aspetta un po’… ci devo pensare… no, no non mi sembra di aver mai ascoltato uno spoiler riguardo un libro che stavo leggendo. Meglio così, sia per me, sia per l’eventuale “Lingua Lunga”.

Le mie 10 domande per i blogger premiati:

Perché hai aperto un blog?

Hai un modello di blogger al quale ispirarti?

Come nascono i tuoi post?

Quale pensi che sia l’evoluzione naturale del tuo blog?

Quale sensazione provi quando ricevi like o commenti ai tuoi articoli?

Quanto tempo ti impegna curare il blog?

Qual è il libro più bello che hai letto negli ultimi tre mesi?

Quale genere letterario preferisci?

Quali blog ti piace seguire di più?

Hai un desiderio speciale per il tuo blog?

Ecco i blog che premio:

Nuvole sparse tra le dita

Letteraturando

L’angolino di Ale

La moda va al mercato

Dio, lontano e vicino…

Ombre angeliche

L’essenziale è invisibile agli occhi

Voltare pagina

Poesia e cultura

Blamod

ATTENZIONE: REGALO!

Ciao a tutti, miei cari librodipendenti. Oggi ho vinto la gara di cover del blog Voltare Pagina! 🙂 Sono in vena di festeggiamenti e REGALERO’ UNA COPIA DEL MIO E-BOOK LA CHIAVE BIANCA ai primi tre di voi che mi lasceranno un messaggio qui sotto!!! Cosa aspettate? ❤

Presentazione “Il cielo d’Inghilterra” di Loriana Lucciarini

Buongiorno librodipendenti! Oggi voglio segnalarvi un nuovo romanzo.  Siete pronti?

Il cielo d'Inghilterra

Titolo: Il Cielo d’Inghilterra – Autore: Loriana Lucciarini – Editore: Arpeggio Libero – Genere: romance – Collana: Delectatio Pagine: 176 – Link acquisto

SINOSSI:

Cosa fareste se un’anziana vedova inglese vi nominasse erede del suo ingente patrimonio, strappandovi alla tranquilla pensione che gestite con i vostri genitori nel centro di Roma? E’ quello che capita a Cristina, la cui tranquilla esistenza viene sconvolta dalla notizia della morte di una signora conosciuta tempo prima e che ha deciso, inaspettatamente, di farla sua erede. Così Cristina è costretta a tornare in quella stessa Inghilterra dove già in passato ha lasciato un pezzo di cuore, e rivedere Steve, che non è mai riuscita a dimenticare, nonostante dopo il suo ritorno a Roma non l’abbia più cercata. Ma, soprattutto, dovrà fare i conti con le convenzioni sociali dell’alta nobiltà inglese che pretenderanno di cambiarla nel carattere e nei modi, stravolgendo tutti i valori in cui ha sempre creduto.

 

Loriana Lucciarini

Biografia dell’autrice:

Scrivo da sempre poesie e racconti. In passato ho utilizzato il mio alter ego, Charlotte Ridley, per pubblicare racconti e alcune poesie, poi finalmente ho deciso di firmare con il mio vero nome: nel 2013 ho infatti pubblicato due raccolte di poesie, I legami sottili dell’Anima e Sotto le nuvole, un instant book, Little Thoughts/short stories e un racconto per ragazzi, Una fantastica caccia al tesoro.

Il romanzo, Il cielo d’Inghilterra, è uscito a maggio 2015 con Arpeggio Libero Editore.

Il nuovo Crom Award

Sono stata nominata da Luca per questo nuovo premio, creato da Gianni che (ri)ascoltando per puro caso la colonna sonora di “Conan Il Barbaro” ha creato il presupposto per questa consegna.

keep-crom-and-crush-your-enemies-1

Le regole, rigorosamente copiaincollate dal copiaincolla precedente sono:

1. Scegliere solo cinque e non più di cinque blog, se vorranno saranno loro a premiare gli altri.

2. Che fare? Se si riceve, come minimo bere da una coppa di bronzo, combattere con spade a due mani, leggere fantasy di quella dura, mandare al diavolo chi non ci sta bene, affrontare serpenti di quindici metri…

3. Cosa dire? Niente, qui non si ringrazia nessuno. Niente assegnazioni pari merito, niente scuse per chi non si premia. Si deve solo mettere il link a chi vi ha segnalato a Crom!

4. Altro? Sì rispondere SEMPRE a questa domanda:

avete un libro o un film o tutt’e due che vi ha portato a leggere? Citateli e dite cosa è successo dopo.

5. potete anche interrompere la catena di premiazioni ma dovete spiegare il perché!

…e adesso cominciamo!

1) I cinque blog che scelgo sono:

Susabiblog

Le parole segrete dei libri

L’essenziale è invisibile agli occhi

Fantasticando sui libri

Books… what else?

2) Coppe di bronzo non ne ho… aspettate forse ne ho una che ha vinto Johnny (il mio cane) a una gara… no no… è di un metallo indefinito… Spade, mi guardo in giro ma non ne vedo… cerco nello studio di mio marito, ma neanche lì vedo niente… pazienza, se ne trovassi una la userei per tagliare a metà i fantasy. Le persone che non mi piacciono le mando al diavolo con l’indifferenza e ce ne sono tantissime. Serpenti di quindici metri? Neanche questa mi va bene, niente serpenti nei paraggi…     

3) Non ringrazio per questo premio perché c’è scritto che non devo farlo.

4)Può sembrare una sciocchezza, ma quando sono nata nella mia casa non c’erano libri. Dopo poco hanno cominciato ad invadere le stanze e ancora prima di saper leggere mia nonna mi aveva già comprato un’enciclopedia per bambini: I Quindici. La obbligavo a leggermi tutti i giorni qualcosa e conoscevo il volume dei racconti, favole, filastrocche a memoria. Da lì non ho più smesso di voler ascoltare e leggere storie. Un amore troppo intenso per svanire.

5) Ho continuato la catena!